Logo Applicazione Line App

"The best surfer out there
is the one having the most fun!"

Phil Edwards

SURFISTI

Applicazione Line App - Surfisti

Il surf è uno sport, uno stile di vita, una passione incredibile. E’ giusto che tutti lo provino, ma soprattutto che ne assaporino gli effetti benefici.

Line App nasce anche per questa ragione, per mettere la comunità surfistica nelle condizioni di poter surfare, quando possibile, e quanto più possibile, nella maniera più adeguata, in base alle condizioni di ogni spot ed alle proprie capacità.

Per questa ragione, all’interno dell’applicazione Line App, tutti i surfisti e le Scuole di Surf possono inviare segnalazioni in tempo reale per indicare le condizioni del mare in un determinato spot. Le segnalazioni servono a:

  • dare alla Community un riscontro tangibile dell’altezza delle onde e del livello di affollamento rispetto a quanto riportato dal meteo surf e dal dettaglio dell’onda surfabile presenti all’interno di ogni spot;
  • a ridistribuire i surfisti in base al livello evitando incidenti e sovraffollamento.

Il nostro obiettivo è infatti quello di rendere il surfista più felice nel rispetto di tutti.

Oltre a tutte i servizi disponibili all’interno dell’applicazione Line app, abbiamo inoltre creato un servizio extra - “Spot the Spot” - interamente gratuito all’interno della piattaforma online Line app che permette di individuare solamente gli spot attivi di un Paese, eliminando automaticamente gli spot dove le condizioni sono flat.

Bisogna però tenere a mente che, non tutti sono capaci di surfare alla stessa maniera.

Ecco perché nell’applicazione Line App è previsto che, dopo la registrazione, gli utenti possano indicare liberamente il proprio livello di surf, da 1 (principiante) a 4 (avanzato), così che l’intera comunità sia nelle condizioni di valutare la provenienza ed il peso da dare alle informazioni ricevute.

Elenco dei livelli
  • 1 - Principiante. Può definirsi tale un surfista che ha già preso alcune lezioni di surf e che è quindi capace di alzarsi sulla tavola cavalcando onde piccole o schiumose, raggiungendo la riva senza cadere. Ha ovviamente una abilità limitata nel remare per partire da solo su onde più grandi e più difficoltose ma riesce comunque a mantenere una postura rilassata, controllando paura e concentrazione sulle onde piccole.
  • 2 - Principiante/Intermedio. Questa tipologia di surfista si trova a cavallo tra i due livelli Principiante ed Intermedio. Questo surfista ha la consapevolezza di come si sta su una tavola ed è anche capace di tagliare le onde, senza però utilizzare con disinvoltura le manovre basilari per un surfista di livello intermedio. E’ sicuramente un surfista che ha ancora bisogno di affinare la sua tecnica ma che per il suo livello ed il tempo speso in acqua non può essere assolutamente ritenuto un principiante.
  • 3 - Intermedio. Può definirsi tale un surfista con maggiori capacità tecniche ed alcuni anni di pratica alle spalle. E’ un surfista che si trova a suo agio nell’acqua, anche in condizioni più complesse e di affollamento, e che è già capace di surfare onde di media altezza, tagliandole, sia in posizione frontale (front side) che “di spalle” (back side). In più, è un surfista capace di effettuare alcune manovre basilari tra cui il bottom turn ed il cutback.
  • 4 - Avanzato. Può definirsi tale un surfista con ampie capacità tecniche e molteplici anni di surf alle spalle. E’ un surfista che ha estrema consapevolezza delle difficoltà degli spot che si trova ad affrontare, valutando i punti di accesso e la rischiosità con accurata precisione. E’ un surfista capace di cavalcare le onde usando fiduciosamente un insieme di manovre, anche complesse, con disinvoltura e qualità.


La condivisione non deve però ledere la tranquillità e l’incolumità degli altri surfisti. Ecco perché bisogna rispettare chi in uno spot ci surfa da sempre ma soprattutto riconoscere i propri limiti. Bisogna inoltre accettare i consigli di chi ha più esperienza e muoversi in base alle proprie capacità.

Qui di seguito elenchiamo 5 regole fondamentali da rispettare in acqua a beneficio e nel rispetto della Comunità:
  • Non “Droppare”. Prendere un’onda che viene cavalcata già da un altro surfista non rappresenta un atteggiamento consono in acqua ed è soprattutto una delle cause maggiori di incidenti e di fenomeni di “localismo”. Il surfista più vicino alla parte frangente dell’onda (più vicino alla schiuma) ha la precedenza sugli altri.
  • Evita lo “Snaking”. Aggirarsi come un serpente (da cui deriva il termine snaking), nuotando attorno al surfista vicino ed “appropriandosi” della precedenza che gli spetta per posizionamento sul picco (line-up) rappresenta un comportamento scorretto.
  • Raggiungi la line-up correttamente. Quando entri in acqua e/o dopo aver preso un’onda ricorda sempre di nuotare intorno al gruppo di surfisti che si trovano sul picco (line-up). Il surfista che sta surfando ha sempre la precedenza rispetto al surfista che sta risalendo per raggiungere il picco. Non remare mai quindi in linea retta verso il gruppo di surfisti che si trova sul picco ma rema sempre verso il largo, utilizzando delle vie laterali per evitare incidenti.
  • Riconosci i tuoi limiti e la difficoltà dello spot. Prima di entrare in acqua, cerca sempre di valutare se le condizioni sono alla tua portata. Osserva quindi bene il picco (line-up), analizzando il livello di affollamento ed il livello tecnico dei surfisti che stanno surfando. Domandati inoltre se il tuo livello di allenamento, la tua preparazione tecnica e la tua esperienza in acqua sono sufficienti ad affrontare le condizioni che hai davanti.
  • Non lasciare mai la tavola ed aiuta chi ha bisogno. In qualsiasi situazione è opportuno cercare sempre di non perdere il controllo della propria tavola da surf, tenendola sempre stretta a sé per evitare incidenti. E’ anche buona regola aiutare gli altri surfisti in qualsiasi situazione, siano essi in pericolo o meno esperti quindi bisognosi di consigli.

Il nostro motto è un Surf per tutti, nel rispetto di tutti. Il rispetto è infatti alla base del surf in quanto mette tutti nella condizione di vivere in un ambiente corretto e pacifico. È sempre bene dimostrare il massimo rispetto delle regole che sono state elencate, evitando così scontri, litigi ed incidenti.

Ricordiamoci però che siamo tutti ospiti del mare
Il rispetto non è solamente una pratica da rivolgere verso la comunità, ma soprattutto un obbligo nei confronti del mare.

Rispetta quindi la spiaggia, il mare e l’oceano, mantenendoli puliti e salvaguardandone l’incolumità.